Privacy ed email – Vietata la conservazione senza limiti

E’ usanza diffusa di molti datori di lavoro la conservazione delle email scambiate tra i dipendenti tramite gli account aziendali.

Con provvedimento 53/2018 il Garante della Privacy ha però ritenuto illecita questa prassi per i seguenti motivi:

  • Risulta violato l’obbligo di informativa in accordo all’art. 13 del Dlgs 196/2002, laddove la società non abbia debitamente informato i dipendenti «circa modalità e finalità della descritta attività di raccolta e conservazione dei dati relativi all’utilizzo della posta elettronica, né con informativa individualizzata né con la messa a disposizione della policy aziendale»;
  • La conservazione sistematica di tutte le comunicazioni elettroniche scambiate dai dipendenti attraverso gli account aziendali, «anche in vista di possibili contenziosi, per l’intera durata del rapporto di lavoro e successivamente all’interruzione dello stesso», non è risultata conforme ai principi di liceità, necessità e proporzionalità del trattamento (articoli 3 e 11 del Dlgs 196/2003);
  • «La raccolta sistematica delle comunicazioni elettroniche in transito sugli account aziendali dei dipendenti in servizio, la loro memorizzazione per un periodo non predeterminato e comunque, allo stato, amplissimo e la possibilità per il datore di lavoro di accedervi per finalità indicate in astratto e in termini generali» consentirebbe alle società di effettuare un vero e proprio controllo a distanza dell’attività dei dipendenti, risultando perciò – in assenza di procedura autorizzativa – «in contrasto con la disciplina di settore in materia» (articolo 4 dello statuto dei lavoratori);

Delle email degli ex dipendenti abbiamo già discusso qui, il Garante ha ribadito che «gli account riconducibili a persone identificate o identificabili devono essere rimossi previa disattivazione degli stessi».

Non è quindi ammessa la procedura di molte aziende di mantenere temporaneamente attivi gli account degli ex dipendenti.


Grazie per aver letto l’articolo! Se sei interessato al GDPR e alle realtà industriali che progettano è producono su commessa, ti consiglio i miei testi “Il GDPR è un gioco da ragazzi” e “Engineering To Order” . I testi contengono una grande quantità di modelli e approfondimenti che sono sicuro ti saranno utili.

Li puoi trovare su Amazon e sono disponibili per Kindle Unlimited 

Registrati ad Amazon Business (e ottieni un codice sconto del 20%) e Amazon Prime